Allegri: "Domani giocano De Ligt e Chiesa. Scudetto? Non ha senso parlarne ora" - Tifo Juventus
Resta in contatto

News

Allegri: “Domani giocano De Ligt e Chiesa. Scudetto? Non ha senso parlarne ora”

Il tecnico bianconero ha parlato in conferenza alla viglia del match contro lo Spezia

Lo scudetto? Al momento pensiamo… allo scontro-salvezza contro lo Spezia! Questo il pensiero di Massimiliano Allegri alla viglia del match che domani vedrà i suoi ragazzi affrontare fuori casa i liguri.

Di seguito, infatti, le principali dichiarazioni pre-partita rilasciate dal tecnico bianconero.

LA FORMAZIONE. «Domani cambierò qualcosa perché ci sono dei giocatori stanchi. Sicuramente giocheranno Chiesa e De Ligt. Morata sta bene e ha recuperato, mentre Chiellini è un po’ febbricitante. Arthur e Kaio Jorge dovrebbero tornare dopo la sosta. Gli altri stanno bene».

L’AVVERSARIO. «Lo Spezia è una squadra sbarazzina e non è facile giocare a casa loro. Dovremo pareggiarli sotto l’aspetto fisico e mentale per poi far emergere le nostre qualità tecniche. Ci serve una vittoria per cominciare a vedere le cose in un altro modo».

IL MILAN. «Domenica i ragazzi hanno disputato una bella partita, anche se nel secondo tempo abbiamo davvero sbagliato troppo. Abbiamo avuto le occasioni, non le abbiamo sfruttate e alla fine siamo stati puniti, rischiando anche di perdere. Alcuni momenti della partita vanno sicuramente gestiti meglio, anche perché fino all’angolo il Milan non si era mai reso pericoloso. Lo sfogo? Sono umano anch’io, inoltre quelli che vanno in panchina devono essere determinanti quando entrano. È un segno di rispetto e di responsabilità». 

I SINGOLI. «Bentancur domenica ha fatto una bella partita, così come Rabiot, al quale però manca un po’ di cattiveria sotto porta: ha tutte le qualità per fare gol. Locatelli non è abituato a giocare ogni tre giorni».

LO SCUDETTO. «Parlare ora di obiettivi come lo scudetto ora non ha senso: bisogna concentrarsi su domani perché stando alla classifica è uno scontro-salvezza. Pensiamo allo Spezia, poi vedremo».

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti bianconeri

"PINTURICCHIO", UNO DEI CALCIATORI PIÙ FORTI DEL CALCIO ITALIANO E DELLA STORIA DEL CALCIO

Alessandro Del Piero

UNO DEI MIGLIORI PORTIERI AL MONDO, SE NON IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI

Dino Zoff

L'UOMO, IL CAMPIONE, UN ESEMPIO PER TUTTI

Gaetano Scirea

CAPITANO, PRESIDENTE, BANDIERA BIANCONERA

Giampiero Boniperti

TRA I PALI DELLA PORTA SONO SEGNATE INDELEBILMENTE LE TRACCE DELLA SUA GLORIOSA STORIA SPORTIVA

Gianluigi Buffon

IL TRE VOLTE CAMPIONE DEL PALLONE D'ORO, CHE VOLEVA DIVENTARE RE

Michel Platini

LA "FURIA CEKA", TRASCINATORE E IDOLO DELLA FOLLA BIANCONERA

Pavel Nedved

IL "DIVIN CODINO" BIANCONERO

Roberto Baggio

"ZIZOU", IL MAGO FRANCESE CHE DIVENNE FUORICLASSE IN BIANCONERO

Zinedine Zidane

Altro da News