Sarri: "Juve inallenabile? Mai detto. E scudetto difficile da vincere" - Tifo Juventus
Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Sarri: “Juve inallenabile? Mai detto. E scudetto difficile da vincere”

L’allenatore Lazio pronto a sfidare il suo passato e presenta il big match all’Olimpico: “Quel trofeo per me è stato importante, ha chiuso un cerchio”

Maurizio Sarri incontra di nuovo la Juve, lo farà per la prima volta da avversario dopo l’esonero dell’agosto del 2020. L’allenatore, in conferenza stampa, ha presentato la gara all’Olimpico contro la Vecchia Signora e non solo: “Luis Alberto è importantissimo, non a caso da quando sta giocando ai suoi soliti livelli, la squadra ha fatto prestazioni diverse. Stiamo cercando di impostare la squadra su lui e Milinkovic, che ci possono dare tantissimo. Il percorso non è stato semplice, ma la strada presa è stata quella giusta. La rosa della Juve è quella con più qualità della Serie A e più profonda. Non parlo solo degli attaccanti, ma di tutti gli altri che sono calciatori di alto livello. Speriamo di contenerli e di tenere tanto il pallone. Allegri? Gli scontri tra allenatori sono solo giornalistici. Mi aspetto una partita dura, difficile contro una squadra tosta. Si gioca Lazio-Juve, non altro”.

“Abbiamo ottimi giocatori a centrocampo, così come la Juve. Loro stanno aprendo un ciclo nuovo, sono a metà percorso, ma sono contento di quelli che ho. E i miei hanno ancora notevoli margini di miglioramento. Juve squadra inallenabile? Un virgolettato messo dai giornalisti, ma non c’è una dichiarazione in cui dico questo. Di quell’anno mi è rimasto uno scudetto vinto, che per me, che avevo solo 6-7 promozioni e basta, ha chiuso uno cerchioLa Lazio? Non pensiamo agli obiettivi, ma risolviamo i nostri problemi. Fino ad ora abbiamo avuto una ottima reazione ad una partita disastrosa. Essere tosti per tre partite, per quindici giorni, è facile. 11 mesi consecutivi di livello li fanno quelli che raggiungono obiettivi importanti. Siamo contenti della reazione, ma adesso andiamo alla ricerca della continuità. Se tra tre mesi ci sono i risultati, allora ci poniamo un obiettivo”, riporta l’edizione on-line di Tuttosport.

Tutte le notizie sulla squadra biancoceleste le trovate su Sololalazio.it

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti bianconeri

"PINTURICCHIO", UNO DEI CALCIATORI PIÙ FORTI DEL CALCIO ITALIANO E DELLA STORIA DEL CALCIO

Alessandro Del Piero

UNO DEI MIGLIORI PORTIERI AL MONDO, SE NON IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI

Dino Zoff

L'UOMO, IL CAMPIONE, UN ESEMPIO PER TUTTI

Gaetano Scirea

CAPITANO, PRESIDENTE, BANDIERA BIANCONERA

Giampiero Boniperti

TRA I PALI DELLA PORTA SONO SEGNATE INDELEBILMENTE LE TRACCE DELLA SUA GLORIOSA STORIA SPORTIVA

Gianluigi Buffon

IL TRE VOLTE CAMPIONE DEL PALLONE D'ORO, CHE VOLEVA DIVENTARE RE

Michel Platini

LA "FURIA CEKA", TRASCINATORE E IDOLO DELLA FOLLA BIANCONERA

Pavel Nedved

IL "DIVIN CODINO" BIANCONERO

Roberto Baggio

"ZIZOU", IL MAGO FRANCESE CHE DIVENNE FUORICLASSE IN BIANCONERO

Zinedine Zidane

Altro da L'angolo dell'avversario