Juventus-Di Maria: quindici giorni caldi per arrivare alla fumata bianca
Resta in contatto

News

Juventus-Di Maria: quindici giorni caldi per arrivare alla fumata bianca

Il “Fideo” cerca un contratto annuale o al massimo un “1+1” per poi rientrare in Argentina. E il “like” alla nuova maglia bianconera presentata su Instagram dalla Juventus è più di un’indizio…

Angel Di Maria e la Juventus una storia che sembra progredire a passo spedito verso la fumata bianca.

Il “Fideo” ha capito che il rinnovo con il Psg è improbabile e ora si guarda intorno del resto i suoi progetti per il futuro immediato sono chiari: Di Maria vuole restare in Europa per giocarsi le sue chance per partecipare al Mondiale in Qatar con la maglia dell’Argentina, poi nel 2023-2024 tornerà a giocare in patria.

Del resto con un mondiale invernale da preparare nulla come il calcio europeo può dargli ritmo e condizione atletica.

Gli agenti di Di Maria in queste settimane hanno parlato con tante squadre e più di una italiana, ma la Juve, almeno nel gruppo dei club di A, è sicuramente in pole position.

Il campionato italiano, nonostante tutto, affascina ancora e la Juventus a Di Maria… piace. Un verbo non casuale perché ieri Angel ha messo un like su Instagram al post con cui la Juve annunciava la maglia per la prossima stagione. L’indizio, in questi tempi social, è molto chiaro.

La Juve, dall’altro lato della trattativa, pianificherà in questi giorni il mercato per l’estate 2022 e Di Maria può essere prezioso.

A 34 anni, è molto lontano dalla logica giovane del nuovo corso, simboleggiata da Chiesa, Locatelli e Vlahovic.

La Juve però ha bisogno anche di giocatori di esperienza, di leader tecnici, di calciatori che hanno giocato per anni ad alto livello. E Di Maria, soprattutto con la voglia di riscatto dopo qualche panchina di troppo a Parigi, può decisamente avere un senso.

In fondo la Juve cerca vincenti e Di Maria ha vinto di tutto: Champions, Olimpiade, Coppa America, Mondiale Under 20, campionati e coppe in Portogallo, Spagna, Francia.

In fondo l’attacco ha perso Dybala e rischia di salutare sia Morata sia Bernardeschi.

Di Maria, largo a destra, darebbe palleggio e qualità… a costi ridotti.

La questione economica, in questa storia, ha la sua importanza. Di Maria è a fine contratto con il Psg: significa che, per prenderlo, basterà trovare un accordo sull’ingaggio e sulle commissioni per gli agenti.

La certezza è che la Juve non potrebbe beneficiare del decreto crescita.

Il Fideo infatti cerca un contratto annuale oppure un “uno più uno”, un annuale con opzione per il secondo anno. Con questi presupposti, impossibile arrivare allo sconto fiscale. La trattativa, nonostante questo, prosegue e si inserisce nel grande rebus di queste settimane di mercato juventino. Una situazione complessa, in cui un budget e un piano definitivo non sono ancora sul tavolo.

Ecco perché non è semplice immaginare una chiusura in pochi giorni. Di Maria vuole aspettare la fine della Ligue 1, che si chiuderà nel weekend del 21-22 maggio.

In questi giorni, valuterà con la famiglia le ipotesi sul tavolo. La fine del mese così diventa una prospettiva realistica: la Juventus tra 15 giorni avrà un’idea chiara delle sue priorità e il Fideo anche. La maglia a cui ha appena messo un like potrebbe stargli benissimo.

Lo scrive La Gazzetta dello Sport oggi in edicola.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti bianconeri

"PINTURICCHIO", UNO DEI CALCIATORI PIÙ FORTI DEL CALCIO ITALIANO E DELLA STORIA DEL CALCIO

Alessandro Del Piero

UNO DEI MIGLIORI PORTIERI AL MONDO, SE NON IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI

Dino Zoff

L'UOMO, IL CAMPIONE, UN ESEMPIO PER TUTTI

Gaetano Scirea

CAPITANO, PRESIDENTE, BANDIERA BIANCONERA

Giampiero Boniperti

TRA I PALI DELLA PORTA SONO SEGNATE INDELEBILMENTE LE TRACCE DELLA SUA GLORIOSA STORIA SPORTIVA

Gianluigi Buffon

IL TRE VOLTE CAMPIONE DEL PALLONE D'ORO, CHE VOLEVA DIVENTARE RE

Michel Platini

LA "FURIA CEKA", TRASCINATORE E IDOLO DELLA FOLLA BIANCONERA

Pavel Nedved

IL "DIVIN CODINO" BIANCONERO

Roberto Baggio

"PINTURICCHIO", UNO DEI CALCIATORI PIÙ FORTI DEL CALCIO ITALIANO E DELLA STORIA DEL CALCIO

Zinedine Zidane

Altro da News