Non solo attacco e centrocampo: per la difesa riprende quota Milenkovic
Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Calciomercato

Non solo attacco e centrocampo: per la difesa riprende quota Milenkovic

Il difensore serbo della Fiorentina ieri non ha giocato neanche un minuto dell’amichevole con il Galatasaray. Il prezzo di 15 milioni di euro richiesto dai viola rimane tra i più abbordabili per i difensori sul mercato

Non solo attacco e  centrocampo la Juventus torna a pensare anche alla possibilità di rinforzare anche la difesa, e del resto con la partenza di Chiellini e De Ligt un ulteriore rinforzo per il reparto arretrato, dopo gli arrivi di Gatti e Bremer, non ci starebbe affatto male nella rosa ora a disposizione di Allegri.

Il candidato principale a rimpinguare la retroguardia juventina è Nikola Milenkovic ancora in uscita dalla Fiorentina e diventato il piano B di tanti top club in Italia e in Europa.

La Juventus è tornata a parlare con il procuratore del difensore serbo, Fali Ramadani, per comprendere meglio i margini di manovra della possibile trattativa.

Ieri il difensore viola non ha giocato nemmeno un minuto in amichevole contro il Galatasaray.

Se la Juve dovesse riuscire a fargli posto (Daniele Rugani è in uscita, anche l’Empoli si è informato su di lui ma l’ingaggio da 3 milioni netti spaventa tutti), proprio Milenkovic potrebbe rappresentare quel rinforzo in grado di alzare il livello della difesa bianconera.

Il prezzo del cartellino del difensore serbo non è davvero esorbitante con quei 15 milioni richiesti dalla Fiorentina e con la Juventus che ci pensa sempre più intensamente.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti bianconeri

"PINTURICCHIO", UNO DEI CALCIATORI PIÙ FORTI DEL CALCIO ITALIANO E DELLA STORIA DEL CALCIO

Alessandro Del Piero

UNO DEI MIGLIORI PORTIERI AL MONDO, SE NON IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI

Dino Zoff

L'UOMO, IL CAMPIONE, UN ESEMPIO PER TUTTI

Gaetano Scirea

CAPITANO, PRESIDENTE, BANDIERA BIANCONERA

Giampiero Boniperti

TRA I PALI DELLA PORTA SONO SEGNATE INDELEBILMENTE LE TRACCE DELLA SUA GLORIOSA STORIA SPORTIVA

Gianluigi Buffon

IL TRE VOLTE CAMPIONE DEL PALLONE D'ORO, CHE VOLEVA DIVENTARE RE

Michel Platini

LA "FURIA CEKA", TRASCINATORE E IDOLO DELLA FOLLA BIANCONERA

Pavel Nedved

IL "DIVIN CODINO" BIANCONERO

Roberto Baggio

"ZIZOU", IL MAGO FRANCESE CHE DIVENNE FUORICLASSE IN BIANCONERO

Zinedine Zidane

Altro da Calciomercato