Domani la ripresa, giovedì a Villar Perosa
Resta in contatto

News

Domani la ripresa, giovedì a Villar Perosa

Tanti infortunati: da valutare Szczesny e De Sciglio in vista del Sassuolo

Obiettivo Villar Perosa. La Juve è sbarcata domenica sera a Torino di ritorno da Los Angeles e Massimiliano Allegri ha concesso due giorni di riposo alla squadra per smaltire le fatiche del volo intercontinentale. Si torna in campo domani alla Continassa per la ripresa della preparazione in vista del rush finale che porterà all’esordio in campionato, in calendario per Ferragosto allo Stadium contro il Sassuolo. Ci sono ancora due collaudi in programma per i bianconeri. Il primo andrà in scena giovedì a Villar Perosa, nel tradizionale vernissage a casa Agnelli, che torna dopo due anni di assenza a causa della pandemia. Domenica, invece, a Tel Aviv, la Juve chiuderà il pre-campionato affrontando l’Atletico Madrid. Poi, appunto, sarà già campionato. 

INFERMERIA – La Juve si avvicina al match contro gli emiliani in piena emergenza. Oltre ai lungodegenti Chiesa e Kaio Jorge e ai recenti infortunati Pogba, McKennie e Aké, Allegri dovrà fare a meno degli squalificati Kean e Rabiot. Alla ripresa, inoltre, il tecnico dovrà verificare le condizioni di Szczesny e De Sciglio. Il portiere polacco si è fermato nelle ultime ore delle tournée americana per un affaticamento all’adduttore. Il difensore invece è scomparso dai radar dopo il primo test con i dilettanti del Pinerolo di metà luglio per un problema muscolare e per questo assente nella trasferta statunitense.

Lo scrive oggi Il Corriere dello Sport.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti bianconeri

"PINTURICCHIO", UNO DEI CALCIATORI PIÙ FORTI DEL CALCIO ITALIANO E DELLA STORIA DEL CALCIO

Alessandro Del Piero

UNO DEI MIGLIORI PORTIERI AL MONDO, SE NON IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI

Dino Zoff

L'UOMO, IL CAMPIONE, UN ESEMPIO PER TUTTI

Gaetano Scirea

CAPITANO, PRESIDENTE, BANDIERA BIANCONERA

Giampiero Boniperti

TRA I PALI DELLA PORTA SONO SEGNATE INDELEBILMENTE LE TRACCE DELLA SUA GLORIOSA STORIA SPORTIVA

Gianluigi Buffon

IL TRE VOLTE CAMPIONE DEL PALLONE D'ORO, CHE VOLEVA DIVENTARE RE

Michel Platini

LA "FURIA CEKA", TRASCINATORE E IDOLO DELLA FOLLA BIANCONERA

Pavel Nedved

IL "DIVIN CODINO" BIANCONERO

Roberto Baggio

"ZIZOU", IL MAGO FRANCESE CHE DIVENNE FUORICLASSE IN BIANCONERO

Zinedine Zidane

Altro da News