Per il centrocampo bianconero ancora uno o due acquisti
Resta in contatto

Calciomercato

Per il centrocampo bianconero ancora uno o due acquisti

Oltre a Paredes la Juventus valuta anche un clamoroso ritorno di Pjanic dal Barcellona e un altro centrocampista del PSG. Quel Wjinaldum che sembra però a un passo dalla Roma

Sta per partire la così detta “Fase 2” del mercato della Juventus. Ossia quella fase che arriva dopo gli ingaggi di Pogba, Gatti, Bremer e Di Maria e, soprattutto, a seguito degli infortuni occorsi al centrocampista francese e a McKennie.

Gli uomini mercato bianconeri, oltre ad aggiornare Allegri sulle trattative e sui sondaggi effettuati negli ultimi giorni, valuteranno assieme al tecnico come completare il centrocampo.

Tradotto: se McKennie e Pogba dovessero rientrare nel giro di 30-40 giorni, la Juventus potrebbe anche decidere di non cambiare le proprie priorità. Avanti con il piano A: ossia rifinire il reparto, ovviamente dopo l’addio di Arthur (calda la pista con il Valencia), con un centrocampista centrale abile in costruzione.

Il preferito di Allegri e della dirigenza è sempre Leandro Paredes, 28enne del Psg. Il Nazionale argentino è un grande amico di Angel Di Maria e ieri, nella Supercoppa di Francia vinta dai parigini per 4-0 contro il Nantes, è entrato in campo soltanto al 78’, al posto di Marco Verratti.

Paredes vuole giocare di più, anche per arrivare lanciato al Mondiale di novembre-dicembre in Qatar. Se l’ex Roma e Empoli è pronto a tornare in Italia dalla porta principale della Juventus, sotto la Tour Eiffel, per il momento, continuano a chiedere 20 milioni.

Tanti per il ds Cherubini che, dopo aver tentato senza successo lo scambio tra ParedesKean, punta a un prestito con diritto di riscatto. Le mediazioni sono al lavoro per ammorbidire la posizione del Psg e facilitare così il puzzle con i dirigenti bianconeri.

L’ottimismo resta intatto, ma ovviamente alla Continassa valutano anche profili alternativi. Uno di questi è Miralem Pjanic, rientrato al Barcellona dopo la stagione trascorsa in prestito con i turchi del Besiktas. Il feeling tra il pianista e Allegri è noto. E non è un mistero neppure che il bosniaco, pur intrigato dalla possibilità di giocarsi le proprie chance al Camp Nou con Xavi, tornerebbe volentieri a Torino.

Il “piano b” della Juve

La Juventus, però, prima di cambiare marcia per un centrocampista centrale, attende notizie certe su Pogba e McKennie.

Già, perché nella malaugurata ipotesi che i tempi di recupero si rivelassero più lunghi, cioè superiori ai 30 giorni per l’americano e ai due mesi per il francese, non è escluso un cambio di strategia.

Del tipo: raddoppiare gli innesti a centrocampo (Paredes più una mezzala) o cambiare le priorità rinunciando all’argentino per garantire ad Allegri un incursore abile in zona gol in modo da tamponare la doppia assenza di Pogba e McKennie. Uno alla Wjinaldum del Psg, sul quale però la Roma dovrebbe chiudere a breve.

Lo scrive Tuttosport.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti bianconeri

"PINTURICCHIO", UNO DEI CALCIATORI PIÙ FORTI DEL CALCIO ITALIANO E DELLA STORIA DEL CALCIO

Alessandro Del Piero

UNO DEI MIGLIORI PORTIERI AL MONDO, SE NON IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI

Dino Zoff

L'UOMO, IL CAMPIONE, UN ESEMPIO PER TUTTI

Gaetano Scirea

CAPITANO, PRESIDENTE, BANDIERA BIANCONERA

Giampiero Boniperti

TRA I PALI DELLA PORTA SONO SEGNATE INDELEBILMENTE LE TRACCE DELLA SUA GLORIOSA STORIA SPORTIVA

Gianluigi Buffon

IL TRE VOLTE CAMPIONE DEL PALLONE D'ORO, CHE VOLEVA DIVENTARE RE

Michel Platini

LA "FURIA CEKA", TRASCINATORE E IDOLO DELLA FOLLA BIANCONERA

Pavel Nedved

IL "DIVIN CODINO" BIANCONERO

Roberto Baggio

"ZIZOU", IL MAGO FRANCESE CHE DIVENNE FUORICLASSE IN BIANCONERO

Zinedine Zidane

Altro da Calciomercato