Allegri: "Ho dubbi di formazione. Critiche a De Ligt? Ci vuole equilibrio" - Tifo Juventus
Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Allegri: “Ho dubbi di formazione. Critiche a De Ligt? Ci vuole equilibrio”

L’allenatore della Juventus ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del big match contro il Milan di Pioli

Una gara importante per i bianconeri e dopo la sconfitta di Napoli Allegri chiama i suoi al riscatto.

Di seguito dunque le principali dichiarazioni del mister.

IL MILAN. «Juventus-Milan è sempre una delle partite più importanti del campionato, è una gara bella da giocare. Dobbiamo fare una buona prestazione, abbiamo solo un punto in classifica e ci troviamo di fronte una squadra che da un anno e mezzo sta giocando molto bene. Noi dobbiamo dare seguito alla vittoria in Svezia, stiamo crescendo: la partita di domani è più importante per loro che per noi. Il Milan ha acquisito autorevolezza e sicurezza, è in grande fiducia e a Liverpool ha fatto una bella gara».

LA FORMAZIONE. «Ho tre dubbi di formazione: uno in difesa, uno a centrocampo e uno in attacco. Domani mattina deciderò, l’importante è che tutti si sentano partecipi. Chiesa è uno dei dubbi: Federico è un giocatore che a destra rende molto di più, davanti avrebbe bisogno di giocare con una punta, lui l’attaccante centrale fa fatica a farlo. A sinistra ha delle qualità importanti che lo porterebbero a entrare dentro il campo per sfruttare l’uno contro uno e il tiro in porta. Deve crescere nella lettura della partita e sui tempi di gioco. Le sue qualità migliori sono il dribbling, il tiro in porta e la cattiveria con cui le fa».

IL BILANCIO. «Il primo bilancio lo faremo alla sosta di novembre, quando saranno trascorse dodici giornate di campionato e quattro di Champions League. La Serie A è molto equilibrata, non c’è una squadra che può schiacciare il campionato. Noi dobbiamo recuperare il terreno perso all’inizio».

I DIFENSORI. «Bonucci è un giocatore super affidabile, per un allenatore avere uno così è molto importante. De Ligt è ancora giovane, ha 22 anni ed è già molto bravo, ha delle prospettive e qualità importanti che deve migliorare. Una sorpresa piacevole di quest’anno è Rugani, un giocatore sul quale faccio molto affidamento».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti bianconeri

"PINTURICCHIO", UNO DEI CALCIATORI PIÙ FORTI DEL CALCIO ITALIANO E DELLA STORIA DEL CALCIO

Alessandro Del Piero

UNO DEI MIGLIORI PORTIERI AL MONDO, SE NON IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI

Dino Zoff

L'UOMO, IL CAMPIONE, UN ESEMPIO PER TUTTI

Gaetano Scirea

CAPITANO, PRESIDENTE, BANDIERA BIANCONERA

Giampiero Boniperti

TRA I PALI DELLA PORTA SONO SEGNATE INDELEBILMENTE LE TRACCE DELLA SUA GLORIOSA STORIA SPORTIVA

Gianluigi Buffon

IL TRE VOLTE CAMPIONE DEL PALLONE D'ORO, CHE VOLEVA DIVENTARE RE

Michel Platini

LA "FURIA CEKA", TRASCINATORE E IDOLO DELLA FOLLA BIANCONERA

Pavel Nedved

IL "DIVIN CODINO" BIANCONERO

Roberto Baggio

"ZIZOU", IL MAGO FRANCESE CHE DIVENNE FUORICLASSE IN BIANCONERO

Zinedine Zidane

Altro da News