Allegri: "La squadra sta imparando a leggere le gare. Kaio? Ragazzo sveglio" - Tifo Juventus
Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Allegri: “La squadra sta imparando a leggere le gare. Kaio? Ragazzo sveglio”

Al termine della gara vinta contro il Torino, il tecnico ha parlato ai microfoni di DAZN

Terza partita vinta in campionato – quarta con la Champions – per i bianconeri. Una vittoria importante quella nel derby, un successo che Allegri ha commentato così:

C’è da migliorare tanto soprattutto nel palleggio. Alcune cose non mi sono piaciute. Kean oggi aveva il compito di fare il regista della squadra, ma non è stato servito nel migliore dei modi. Locatelli sta migliorando molto e si sta mettendo in una posizione di regista di centrocampo. Chiesa ha fatto molto bene nel ruolo di centravanti e nei movimenti in generale. Loro nel secondo tempo sono calati molto, ma il loro gioco è dispendioso. Sono contento di Kaio, perché è un ragazzo molto sveglio. La squadra sta capendo che in una gara ci sono tanti momenti: quello per difendere e quello per attaccare. Kean? Giocatore importante e oggi ha fatto una buona gara. La squadra deve giocare più vicino a lui e in allenamento sta dando il massimo per migliorare la tecnica individuale e i movimenti senza palla. Non ho mai avuto dubbi sulle qualità tecniche e tattiche di de Ligt. Parliamo di un calciatore molto importante è molto giovane e viene da un calcio totalmente diverso. Deve migliorare la fase di lettura e quella di aggressione dell’avversario, ma i nostri giovani possono solo migliorare”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti bianconeri

"PINTURICCHIO", UNO DEI CALCIATORI PIÙ FORTI DEL CALCIO ITALIANO E DELLA STORIA DEL CALCIO

Alessandro Del Piero

UNO DEI MIGLIORI PORTIERI AL MONDO, SE NON IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI

Dino Zoff

L'UOMO, IL CAMPIONE, UN ESEMPIO PER TUTTI

Gaetano Scirea

CAPITANO, PRESIDENTE, BANDIERA BIANCONERA

Giampiero Boniperti

TRA I PALI DELLA PORTA SONO SEGNATE INDELEBILMENTE LE TRACCE DELLA SUA GLORIOSA STORIA SPORTIVA

Gianluigi Buffon

IL TRE VOLTE CAMPIONE DEL PALLONE D'ORO, CHE VOLEVA DIVENTARE RE

Michel Platini

LA "FURIA CEKA", TRASCINATORE E IDOLO DELLA FOLLA BIANCONERA

Pavel Nedved

IL "DIVIN CODINO" BIANCONERO

Roberto Baggio

"ZIZOU", IL MAGO FRANCESE CHE DIVENNE FUORICLASSE IN BIANCONERO

Zinedine Zidane

Altro da News