Jorginho sbaglia il rigore, l’Italia pareggia: ora la sfida decisiva in Irlanda del Nord - Tifo Juventus
Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Jorginho sbaglia il rigore, l’Italia pareggia: ora la sfida decisiva in Irlanda del Nord

Il match contro la Svizzera termina 1-1 e costringe gli Azzurri a vincere la prossima gara (possibilmente con tanti gol di scarto)

Si spegne a causa di un errore dagli undici metri la speranza azzurra di battere la Svizzera e ipotecare la qualificazione ai Mondiali in Qatar: il pallone calciato alto da Jorginho su rigore costringe infatti l’Italia a vincere l’ultima gara (si gioca lunedì a Belfast contro l’Irlanda del Nord) con più gol di scarto possibili per tenere indietro proprio gli elvetici nel conteggio della differenza reti totale (secondo parametro più importante dopo, ovviamente, i punti totali).

Tornando in cronaca, nel primo tempo gli uomini di Mancini disputano una partita ordinata senza tuttavia riuscire a trovare mai lo spunto giusto e subendo il gol di Widmer che ammutolisce l’Olimpico. Nel finale di frazione il gol di testa di Di Lorenzo rimette però in equilibrio la sfida. Nella ripresa gli Azzurri entrano con una testa diversa e attaccano con più convinzione, ma sprecano diverse occasioni, la più clamorosa delle quali all’ultimo minuto: quando infatti la gara sembra volgere al termine, il fallo di Garcia su Berardi concede la chance a Jorginho di portare l’Italia ai Mondiali, ma il centrocampista spara in curva. Tutto rimandato a mercoledì, per il Mondiale bisogna ancora attendere.

TABELLINO

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi, Emerson (79′ Calabria); Barella (69′ Cristante), Jorginho, Locatelli (58′ Tonali); Chiesa, Belotti (58′ Berardi), Insigne (79′ Raspadori). CT: Mancini. A disposizione: Bernardeschi, Biraghi, Mancini, Meret, Pessina, Scamacca, Sirigu

SVIZZERA (4-4-2): Sommer; Widmer, Akanji, Schar, Rodriguez (68′ Garcia); Vargas, Zakaria, Freuler, Steffen (68′ Imeri); Shaqiri (79′ Sow), Okafor (79′ Frei). CT: Yakin. A disposizione: Aebischer, Comert, Gavranovic, Itten, Kohn, Mbabu, Omlin, Zeqiri

Arbitro: Taylor (ING)

Marcatori: 11′ Widmer, 35′ Di Lorenzo

Ammoniti: 43′ Chiesa, 47′ Insigne, 77′ Schar, 81′ Akanji, 87′ Garcia

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
allegri juventus

SONDAGGIO – Che voto date alla prima parte di stagione della Juventus?

Ultimo commento: "Lo spogliatoio non esiste la prima donna la fa Allegri fuori dal campo che detta legge senza cognizione di causa … Gioco del calcio obsoleto .. ci..."

Juventus in crisi: colpa della società o di Allegri? Votate

Ultimo commento: "Monociglio, la Pavella, bella società si, ben rappresentata, uno fa le torte e si fa riprendere, quell’altro che deve ringraziare di chiamarsi..."

Scudetto sì, scudetto no. La Juventus è realmente in corsa per la vittoria del campionato? Votate

Ultimo commento: "Magari fosse come la Ferrari ogni tanto qualche gara la vince , questa Juve non vince nemmeno se gioca a briscola, Allegri è troppo impegnato..."

I dubbi di Allegri in attacco: Dybala stanco, Morata affaticato. Chi tra Kean e Chiesa mercoledì?

Ultimo commento: "Riposare Dybala ? Qualcuno si è fumato il cervello."
Advertisement

I Miti bianconeri

"PINTURICCHIO", UNO DEI CALCIATORI PIÙ FORTI DEL CALCIO ITALIANO E DELLA STORIA DEL CALCIO

Alessandro Del Piero

UNO DEI MIGLIORI PORTIERI AL MONDO, SE NON IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI

Dino Zoff

L'UOMO, IL CAMPIONE, UN ESEMPIO PER TUTTI

Gaetano Scirea

CAPITANO, PRESIDENTE, BANDIERA BIANCONERA

Giampiero Boniperti

TRA I PALI DELLA PORTA SONO SEGNATE INDELEBILMENTE LE TRACCE DELLA SUA GLORIOSA STORIA SPORTIVA

Gianluigi Buffon

IL TRE VOLTE CAMPIONE DEL PALLONE D'ORO, CHE VOLEVA DIVENTARE RE

Michel Platini

LA "FURIA CEKA", TRASCINATORE E IDOLO DELLA FOLLA BIANCONERA

Pavel Nedved

IL "DIVIN CODINO" BIANCONERO

Roberto Baggio

"ZIZOU", IL MAGO FRANCESE CHE DIVENNE FUORICLASSE IN BIANCONERO

Zinedine Zidane

Altro da News