Allegri: "Su Morata troppo accanimento. Rincorsa? Sarà divertente" - Tifo Juventus
Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Allegri: “Su Morata troppo accanimento. Rincorsa? Sarà divertente”

Max Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro la Salernitana. Una sfida importante da non fallire per tornare subito a fare punti importanti dopo la sconfitta contro l’Atalanta.

Un match che nasconde molte insidie nonostante il giudizio dell’attuale classifica. Vincere vorrebbe dire riprendere la corsa al quarto posto. Con l’assenza di Chiesa Allegri sta pensando a diverse soluzioni. Il tecnico ha difeso anche Morata dagli attacchi esterni che lo spagnolo sta subendo in questi giorni.

Le sue parole. Tuttomercatoweb.com.

Che reazione vuole vedere?
“La gara di Salerno è una gara complicata anche per una questione ambientale perché i tifosi si fanno sentire. Bisogna approcciare meglio di Verona altrimenti prendi subito degli schiaffi e diventa tutto più complicato. Contro l’Atalanta abbiamo fatto una buona partita ma l’episodio ci è andato contro. Bisogna fare qualcosa in più perché quello che abbiamo fatto non basta”.

Si è sempre inventato qualcosa nei momenti di difficoltà…
“Non ho mai inventato niente, ho fatto solo di necessità virtù. In questo momento ci vuole ordine, concretezza e serenità. Abbiamo una rincorsa che diventa divertente, non dico per arrivare primo, non so. Ma è comunque una rincorsa, bisogna trovare il modo di uscire dalla tempesta non bisogna combatterla”.

De Sciglio pronto per giocare dall’inizio? Perin?
“Perin no. De Sciglio non è proprio pronto, lo rivedremo col Genoa”.

Con questi numeri pensa ancora che le scelte sul mercato siano state giuste?
“Le scelte sul mercato sono state giuste. Abbiamo fatto pochi gol rispetto alle occasioni create. Magari da domani cambierà tutto. Ma non è che hanno disimparato a fare gol, Dybala ha gol nelle gambe, così come Kean. Credo che nel giro di poco cominceranno a fare gol e le cose magari le vediamo in altro modo”.

Può essere il turno di Chiellini e Kean domani?
“Voglio fare una precisazione. Morata sabato ha fatto una delle migliori partite da inizio stagione. Credo sia stato tra i migliori in campo e questo mi dispiace perché i giudizi vanno dati per l’oggettività. Quindi o non capisco io o ci sono dei pregiudizi. In questo momento serve l’esperienza di Chiellini e la freschezza dei giovani”.

Possibile che i pochi gol dipendano da come sono serviti gli attaccanti?
“Le caratteristiche dei giocatori sono chiare. Kean è uno che attacca di più l’area, a Morata piace girare un po’ di più. Il dato oggettivo è che abbiamo fatto pochi gol, magari da domani o domenica le cose cambiano. Morata ha fatto sempre gol, Dybala ha fatto sempre gol, Kean ha fatto sempre gol. Devono far gol Bernardeschi, Kulusevski, i centrocampisti. La prestazione di sabato è stata buona, L’Atalanta ha fatto anche cambi difensivi cambiando il modo di giocare per fare risultato e va fatto un plauso all’allenatore”.

Ci sarà spazio per Bentancur o può esserci una Juve diversa? Kulusevski e Dybala insieme?
“In qualche modo si fanno giocare, basta dargli una maglia . L’infortunio di McKennie dovrebbe essere roba da poco, Chiesa invece è già lì che scrive la letterina a babbo Natale. Bentancur sta molto meglio, ha giocato e fatto tanti chilometri. I giocatori non sono macchine, sono ragazzi che giocano da due anni, in Sudamerica poi hanno fatto tre partite in Sudamerica e sono arrivati all’ultimo. Ora questo periodo l’ho rivisto più sereno e più fresco”.

Kulusevski può essere la soluzione giusta domani?
“Non so se la soluzione giusta, la soluzione giusta è cercare di vincere la partita. Poi se sia Kulusevski, Soulé o Chiellini non so. Ma bisogna vincere, la Salernitana anche a Cagliari ha fatto una partita di cuore. Hanno fisicità e poi hanno Ribery che è un campione. Non so se gioca ma se è in campo crea sempre qualcosa”.

Qual è lo stato d’animo della squadra?
“Lo stato d’animo è quello di un momento in cui siamo in ritardo in campionato. Tutti vogliono fare qualcosa di più, ma ora serve avere ordine. Ne usciremo, ci vuole calma perché più ci agitiamo e più facciamo casino. Bisogna ripartire dalle cose semplici e poi le cose verranno di conseguenza”.

Come si lavora sulla testa e ci si isola in questi momenti?
“Non è che ci isoliamo, siamo dentro la Juventus. Il presidente ha parlato sabato alla squadra e stamani ai dipendenti. Ci ha rasserenati. Credo abbia parecchia cose a cui pensare”.

Che partita si aspetta da Kaio Jorge?
“Sta crescendo, ha bisogna di fare esperienza come altri giocatori giovani che sono con noi e possono darci una mano”.

Morata può patire i fischi? Soulé una mossa per domani?
“No, è con noi visto che abbiamo fuori Chiesa. Alvaro, ho fatto solo una precisazione. Non faccio il vostro mestiere ma ci sono dei partiti presi che vanno valutati. Vorrei capire su che basi fate delle valutazioni. Non mi piace. Su Morata c’è un accanimento e non va bene”.

Avete messo in conto di non arrivare in Champions?
“Transizione alla Juventus non c’è. Bisogna avere la consapevolezza che siamo sesti in classifica e responsabili di essere alla Juventus e di dover dare il massimo. Per ora siamo agli ottavi di Champions e ce la giochiamo, abbiamo la Coppa Italia, la Supercoppa e abbiamo una rincorsa davanti che può essere stimolante”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
allegri juventus

SONDAGGIO – Che voto date alla prima parte di stagione della Juventus?

Ultimo commento: "Lo spogliatoio non esiste la prima donna la fa Allegri fuori dal campo che detta legge senza cognizione di causa … Gioco del calcio obsoleto .. ci..."

Juventus in crisi: colpa della società o di Allegri? Votate

Ultimo commento: "Monociglio, la Pavella, bella società si, ben rappresentata, uno fa le torte e si fa riprendere, quell’altro che deve ringraziare di chiamarsi..."

Scudetto sì, scudetto no. La Juventus è realmente in corsa per la vittoria del campionato? Votate

Ultimo commento: "Magari fosse come la Ferrari ogni tanto qualche gara la vince , questa Juve non vince nemmeno se gioca a briscola, Allegri è troppo impegnato..."

I dubbi di Allegri in attacco: Dybala stanco, Morata affaticato. Chi tra Kean e Chiesa mercoledì?

Ultimo commento: "Riposare Dybala ? Qualcuno si è fumato il cervello."
Advertisement

I Miti bianconeri

"PINTURICCHIO", UNO DEI CALCIATORI PIÙ FORTI DEL CALCIO ITALIANO E DELLA STORIA DEL CALCIO

Alessandro Del Piero

UNO DEI MIGLIORI PORTIERI AL MONDO, SE NON IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI

Dino Zoff

L'UOMO, IL CAMPIONE, UN ESEMPIO PER TUTTI

Gaetano Scirea

CAPITANO, PRESIDENTE, BANDIERA BIANCONERA

Giampiero Boniperti

TRA I PALI DELLA PORTA SONO SEGNATE INDELEBILMENTE LE TRACCE DELLA SUA GLORIOSA STORIA SPORTIVA

Gianluigi Buffon

IL TRE VOLTE CAMPIONE DEL PALLONE D'ORO, CHE VOLEVA DIVENTARE RE

Michel Platini

LA "FURIA CEKA", TRASCINATORE E IDOLO DELLA FOLLA BIANCONERA

Pavel Nedved

IL "DIVIN CODINO" BIANCONERO

Roberto Baggio

"ZIZOU", IL MAGO FRANCESE CHE DIVENNE FUORICLASSE IN BIANCONERO

Zinedine Zidane

Altro da News