Allegri: "Bella prestazione, ma dobbiamo migliorare in fase realizzativa" - Tifo Juventus
Resta in contatto

News

Allegri: “Bella prestazione, ma dobbiamo migliorare in fase realizzativa”

Il tecnico bianconero ha commentato il successo ottenuto sulla Lazio

Si è da poco conclusa la consueta “chiacchierata” post-partita di Massimiliano Allegri, il quale ai microfoni di DAZN ha commentato il successo con  la Lazio.

Di seguito, dunque, le principali dichiarazioni del tecnico bianconero.

LA PARTITA. «È stata una buona prestazione e dietro non ci siamo distratti, gestendo bene la palla, però abbiamo creato tanto e concretizzato poco: questo è un aspetto su cui dobbiamo migliorare, così come dobbiamo migliorare in altri dettagli in fase di gestione. La squadra comunque è in crescita e le vittorie cementano le certezze».

GLI ALLENATORI. «Questa sera si giocava Lazio-Juventus, non Sarri-Allegri, non era questione di “sarrismo” contro “corto muso”. Chiaramente il calcio è anche strategia e durante la partita ci sono diverse fasi da analizzare. Se volete, siamo stati bravi ad avere il 46% di possesso palla: pensavo che la Lazio avrebbe avuto l’80%…».

I SINGOLI. «Rabiot è stato bravo, ha un motore importante, avrebbe potuto giocare altri novanta minuti e ha limitato Milinkovic-Savic grazie anche all’aiuto di De Ligt. Bene anche McKennie e Locatelli così come Pellegrini, un giocatore che pur non avendo avuto grande minutaggio ha disputato un’ottima partita. La differenza però l’ha fatta lo spirito con cui siamo scesi in campo».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti bianconeri

"PINTURICCHIO", UNO DEI CALCIATORI PIÙ FORTI DEL CALCIO ITALIANO E DELLA STORIA DEL CALCIO

Alessandro Del Piero

UNO DEI MIGLIORI PORTIERI AL MONDO, SE NON IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI

Dino Zoff

L'UOMO, IL CAMPIONE, UN ESEMPIO PER TUTTI

Gaetano Scirea

CAPITANO, PRESIDENTE, BANDIERA BIANCONERA

Giampiero Boniperti

TRA I PALI DELLA PORTA SONO SEGNATE INDELEBILMENTE LE TRACCE DELLA SUA GLORIOSA STORIA SPORTIVA

Gianluigi Buffon

IL TRE VOLTE CAMPIONE DEL PALLONE D'ORO, CHE VOLEVA DIVENTARE RE

Michel Platini

LA "FURIA CEKA", TRASCINATORE E IDOLO DELLA FOLLA BIANCONERA

Pavel Nedved

IL "DIVIN CODINO" BIANCONERO

Roberto Baggio

"ZIZOU", IL MAGO FRANCESE CHE DIVENNE FUORICLASSE IN BIANCONERO

Zinedine Zidane

Altro da News