Oggi vertice di mercato tra la dirigenza e Max Allegri
Resta in contatto

News

Oggi vertice di mercato tra la dirigenza e Max Allegri

L’infortunio di Pogba e le tante uscite dalla rosa: l’allenatore della Juventus è preoccupato e chiede un’ulteriore sforzo alla dirigenza bianconera sul mercato

Serve un vertice, in casa Juve. Perché per tornare al vertice, in campionato, manca ancora tanto. Forse troppo. Era un Max Allegri sereno quello volato negli Stati Uniti, in quel momento d’altronde erano stati raggiunti i primi obiettivi dichiarati: Pogba e Di Maria, immediata poi la staffetta De Ligt-Bremer.

Con tutt’altro umore, però, Allegri è tornato dagli States, il mercato della Juve infatti si è fermato lì. Manca ancora l’attaccante per esempio. Non si è nemmeno sbloccata la situazione a centrocampo, il tecnico attende da tempo un playmaker più adatto alla sua idea di calcio.

Pure sugli esterni e in difesa servirebbe qualcosa di più o di meglio. In sintesi: la Juve ha salutato Chiellini e Dybala, De Ligt, Morata e Bernardeschi, oltre al trio Pogba-Di Maria-Bremer ha accolto per ora solo giovani di rientro dal prestito come Gatti, Fagioli e Rovella.

Insomma, in campo, i conti non tornano dal punto di vista di Allegri. Ma la linea è di nuovo chiara: i conti devono tornare soprattutto a bilancio, investimenti fuori programma non sono più previsti, forse non lo sarebbero stati nemmeno se la Juve avesse dovuto far fronte a un’assenza di lunghissima durata per Pogba: il messaggio da parte della proprietà è già arrivato forte e chiaro all’area tecnica. Ed è questa diversa visione sui conti da far tornare che si discuterà oggi, al fine di trovare le soluzioni migliori per rinforzare la squadra tutelando gli equilibri di bilancio. Mica facile.

Lo scrive oggi Il Corriere dello Sport.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti bianconeri

"PINTURICCHIO", UNO DEI CALCIATORI PIÙ FORTI DEL CALCIO ITALIANO E DELLA STORIA DEL CALCIO

Alessandro Del Piero

UNO DEI MIGLIORI PORTIERI AL MONDO, SE NON IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI

Dino Zoff

L'UOMO, IL CAMPIONE, UN ESEMPIO PER TUTTI

Gaetano Scirea

CAPITANO, PRESIDENTE, BANDIERA BIANCONERA

Giampiero Boniperti

TRA I PALI DELLA PORTA SONO SEGNATE INDELEBILMENTE LE TRACCE DELLA SUA GLORIOSA STORIA SPORTIVA

Gianluigi Buffon

IL TRE VOLTE CAMPIONE DEL PALLONE D'ORO, CHE VOLEVA DIVENTARE RE

Michel Platini

LA "FURIA CEKA", TRASCINATORE E IDOLO DELLA FOLLA BIANCONERA

Pavel Nedved

IL "DIVIN CODINO" BIANCONERO

Roberto Baggio

"ZIZOU", IL MAGO FRANCESE CHE DIVENNE FUORICLASSE IN BIANCONERO

Zinedine Zidane

Altro da News