Kean: "Non sento pressioni, ma responsabilità. Siamo pronti per il Milan" - Tifo Juventus
Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Kean: “Non sento pressioni, ma responsabilità. Siamo pronti per il Milan”

L’attaccante bianconero si è (ri)presentato ai microfoni della sala stampa dell’Allianz Stadium

Si è tenuta quest’oggi la presentazione di Moise Kean: l’attaccante bianconero, fresco di ritorno alla Juventus, si è infatti concesso alle domande dei giornalisti accorsi per l’occasione nella sala stampa dell’Allianz Stadium.

Di seguito, dunque, le principali dichiarazioni del classe 2000.

IL RITORNO. «Tornare è stata la scelta giusta, la maglia bianconera mi ha dato sempre grandi emozioni. Appena c’è stata l’occasione non ci ho pensato due volte, ho sempre avuto la Juventus nel cuore».

GIOVANE VETERANO. «Mi sento molto fortunato: alla mia età ho potuto conoscere tanti campionati, ho giocato sia in Inghilterra che in Francia, e questo mi ha aiutato molto. Ora sono pronto a dare il 100% per la squadra».

GLI OBIETTIVI. «Sono qui per dare una mano perché la Juventus è la squadra dove sono cresciuto e ho vissuto tantissimi bei momenti. Non percepisco pesi o pressioni, bensì ovviamente la responsabilità di indossare la maglia della Juventus. Siamo una squadra giovane, ma con grande esperienza. La stagione? Non siamo partiti con il piede giusto, tuttavia la Juve ha grandi obiettivi e sono sicuro che potremo ottenere grandi risultati. Mister Allegri punta sempre al massimo e mi ha insegnato tanto. La gara con il Malmö ci ha dato fiducia, siamo pronti per la sfida di domenica contro il milan».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
allegri juventus

SONDAGGIO – Che voto date alla prima parte di stagione della Juventus?

Ultimo commento: "Lo spogliatoio non esiste la prima donna la fa Allegri fuori dal campo che detta legge senza cognizione di causa … Gioco del calcio obsoleto .. ci..."

Juventus in crisi: colpa della società o di Allegri? Votate

Ultimo commento: "Monociglio, la Pavella, bella società si, ben rappresentata, uno fa le torte e si fa riprendere, quell’altro che deve ringraziare di chiamarsi..."

Scudetto sì, scudetto no. La Juventus è realmente in corsa per la vittoria del campionato? Votate

Ultimo commento: "Magari fosse come la Ferrari ogni tanto qualche gara la vince , questa Juve non vince nemmeno se gioca a briscola, Allegri è troppo impegnato..."

I dubbi di Allegri in attacco: Dybala stanco, Morata affaticato. Chi tra Kean e Chiesa mercoledì?

Ultimo commento: "Riposare Dybala ? Qualcuno si è fumato il cervello."
Advertisement

I Miti bianconeri

"PINTURICCHIO", UNO DEI CALCIATORI PIÙ FORTI DEL CALCIO ITALIANO E DELLA STORIA DEL CALCIO

Alessandro Del Piero

UNO DEI MIGLIORI PORTIERI AL MONDO, SE NON IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI

Dino Zoff

L'UOMO, IL CAMPIONE, UN ESEMPIO PER TUTTI

Gaetano Scirea

CAPITANO, PRESIDENTE, BANDIERA BIANCONERA

Giampiero Boniperti

TRA I PALI DELLA PORTA SONO SEGNATE INDELEBILMENTE LE TRACCE DELLA SUA GLORIOSA STORIA SPORTIVA

Gianluigi Buffon

IL TRE VOLTE CAMPIONE DEL PALLONE D'ORO, CHE VOLEVA DIVENTARE RE

Michel Platini

LA "FURIA CEKA", TRASCINATORE E IDOLO DELLA FOLLA BIANCONERA

Pavel Nedved

IL "DIVIN CODINO" BIANCONERO

Roberto Baggio

"ZIZOU", IL MAGO FRANCESE CHE DIVENNE FUORICLASSE IN BIANCONERO

Zinedine Zidane

Altro da News