La Juventus soffre, ma vince in rimonta: contro lo Spezia decide De Ligt - Tifo Juventus
Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

La Juventus soffre, ma vince in rimonta: contro lo Spezia decide De Ligt

Gli Aquilotti fanno sudare le proverbiali sette camicie agli uomini di Allegri, ma alla fine una rete dell’olandese regala i tre punti

Brutta, sofferta sicuramente non troppo rassicurante, ma pur sempre una vittoria: questo quanto arrivato stasera per la Juventus sul campo di uno Spezia decisamente arrembante e duro a morire.

Passando alla cronaca, gli Aquilotti che iniziano subito forte, aggrediscono alti e tolgono gli spazi a Dybala e Kean, ma è lo stesso attaccante bianconero che porta in vantaggio i suoi al minuto 28′ con un tiro al limite dell’area di rigore. I padroni di casa reagiscono immediatamente e trovano il gol del pareggio al minuto 33′ con un eurogol di Gyasi che, con deviazione, batte l’incolpevole Szczesny.

Il secondo tempo parte con lo Spezia che passa in vantaggio con un gol di Antiste al minuto 49′. La Juve incassa lo schiaffo, si ributta in avanti e, nonostante i troppi errori individuali, trova il gol del pareggio con Chiesa, il migliore in campo dei suoi. Girandola di cambi, ma la gara viene risolta da uno dei calciatori più criticati: De Ligt. L’olandese è infatti bravo a farsi trovare pronto sugli sviluppi di calcio d’angolo, deviando di destro la palla in porta.

Alla fine arrivano dunque tre punti sofferti ma importantissimi per la Juventus, chiamata ora a trovare un po’ di continuità a partire già da domenica, quando ci sarà da affrontare la Sampdoria.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti bianconeri

"PINTURICCHIO", UNO DEI CALCIATORI PIÙ FORTI DEL CALCIO ITALIANO E DELLA STORIA DEL CALCIO

Alessandro Del Piero

UNO DEI MIGLIORI PORTIERI AL MONDO, SE NON IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI

Dino Zoff

L'UOMO, IL CAMPIONE, UN ESEMPIO PER TUTTI

Gaetano Scirea

CAPITANO, PRESIDENTE, BANDIERA BIANCONERA

Giampiero Boniperti

TRA I PALI DELLA PORTA SONO SEGNATE INDELEBILMENTE LE TRACCE DELLA SUA GLORIOSA STORIA SPORTIVA

Gianluigi Buffon

IL TRE VOLTE CAMPIONE DEL PALLONE D'ORO, CHE VOLEVA DIVENTARE RE

Michel Platini

LA "FURIA CEKA", TRASCINATORE E IDOLO DELLA FOLLA BIANCONERA

Pavel Nedved

IL "DIVIN CODINO" BIANCONERO

Roberto Baggio

"ZIZOU", IL MAGO FRANCESE CHE DIVENNE FUORICLASSE IN BIANCONERO

Zinedine Zidane

Altro da News