Squadra che vince non si cambia? Allegri orientato a confermare tutti - Tifo Juventus
Resta in contatto

News

Squadra che vince non si cambia? Allegri orientato a confermare tutti

Allegri medita di ricalcare la formazione che ha battuto lo Zenit. Dubbio Bonucci, che dovrebbe riposare

Squadra che vince non si cambia? Questa volta potrebbe essere così, perché la Juventus che ha battuto lo Zenit, martedì in Champions League, ha convinto Massimiliano Allegri a ripetere l’esperimento. Per quanto non priva di difetti, la prestazione di coppa, ha mostrato una squadra con un buon equilibrio fra le due fasi, in particolare gli è piaciuto McKennie, definito «più ordinato e meno anarchico». Le possibilità, scrive Tuttosport, che venga confermato al fianco di Locatelli sono alte.

Quasi obbligata la coppia d’attacco: per Morata non ci sono alternative con Kean ancora ko, mentre Dybala è sempre più il leader tecnico della squadra e virtualmente insostituibile in questo stato di forma. Bernardeschi a sinistra ha dato equilibrio, quindi verrà confermato, mentre Chiesa a destra deve migliorare nella fase difensiva (è stato indirettamente richiamato da Allegri in conferenza), ma anche loro potrebbero partire dall’inizio. In difesa, invece. c’è il dubbio Bonucci, che avrebbe dovuto riposare contro lo Zenit, ma poi è sceso in campo visto che Chiellini non era al top, così come Rugani. Non è da escludere, dunque, che domani si diano il cambio i due azzurri, con Bonucci in panchina e Chiellini al fianco di De Ligt. Non ha ancora recuperato De Sciglio, quindi Danilo starà a destra e Alex Sandro a sinistra.

Probabile formazione

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Danilo, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Chiesa, Locatelli, McKennie, Bernardeschi; Morata, Dybala. All. Allegri

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti bianconeri

"PINTURICCHIO", UNO DEI CALCIATORI PIÙ FORTI DEL CALCIO ITALIANO E DELLA STORIA DEL CALCIO

Alessandro Del Piero

UNO DEI MIGLIORI PORTIERI AL MONDO, SE NON IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI

Dino Zoff

L'UOMO, IL CAMPIONE, UN ESEMPIO PER TUTTI

Gaetano Scirea

CAPITANO, PRESIDENTE, BANDIERA BIANCONERA

Giampiero Boniperti

TRA I PALI DELLA PORTA SONO SEGNATE INDELEBILMENTE LE TRACCE DELLA SUA GLORIOSA STORIA SPORTIVA

Gianluigi Buffon

IL TRE VOLTE CAMPIONE DEL PALLONE D'ORO, CHE VOLEVA DIVENTARE RE

Michel Platini

LA "FURIA CEKA", TRASCINATORE E IDOLO DELLA FOLLA BIANCONERA

Pavel Nedved

IL "DIVIN CODINO" BIANCONERO

Roberto Baggio

"ZIZOU", IL MAGO FRANCESE CHE DIVENNE FUORICLASSE IN BIANCONERO

Zinedine Zidane

Altro da News